giovedì 5 aprile 2018

Xylella. Battaglia al batterio anche in Valle d’Itria...


Sradicato un albero infetto a Cisternino... Confronto al Consiglio comunale di Locorotondo tra Angelo Palmisano e Tonino Gentile...





Nessun allarmismo, ma semplice e (purtroppo) amara verità: la battaglia alla Xylella fastidiosa è entrata nel vivo. È notizia di ieri dello sradicamento, in contrada Termetrio a Cisternino, di un albero infetto che ha scatenato le proteste dei comitati ambientalisti contrari al provvedimento regionale. Questa mattina, difatti, i suddetti comitati hanno avviato presidi a tutela degli ulivi sani. Ma per contrastare l’avanzata deleteria del batterio nella zona di cuscinetto, come si suol dire, “a mali estremi, estremi rimedi”: dal Servizio Fitosanitario della Regione Puglia, difatti, fanno sapere che per salvaguardare il territorio (come accaduto nel Salento) la strada dell’eradicazione degli ulivi infetti – ma anche sani se a concreto rischio contagio – si fa sempre più largo. 

Intanto, dal 23 marzo scorso – giorno della comunicazione riguardante l’aggiornata mappatura dei confini (leggi qui) della zona di contenimento (all’altezza del brindisino) e quella di cuscinetto, in cui per 2/3 rientra l’agro di Locorotondo – i focolai sono passati da 2924 a 3100 ulivi infetti da Xylella.


Ricordiamo, inoltre, le recenti dichiarazioni del consigliere comunale di Locorotondo, geom. Angelo Palmisano: “Non ci sono focolai sul territorio di Locorotondo, ma ci sono degli obblighi da rispettare nelle fasce di cuscinetto che riguardano le buone pratiche agronomiche…” (clicca qui per leggere le dichiarazioni per intero). Chiaro l’intento di calmare le acque agitate.


Di seguito l’audio del confronto al Consiglio Comunale del giorno seguente, tra il consigliere sopracitato di maggioranza e Tonino Gentile per il gruppo di minoranza Porta Nuova.   


Redazionale

Nessun commento:

Posta un commento

Locorotondo. Taglio radici e ramificazioni su strade: c'è l'ordinanza

Di seguito il comunicato del Comune  È stata emanata nei giorni scorsi l'ordinanza che obbliga il taglio di radici e delle rami...