lunedì 22 gennaio 2018

Allarme sicurezza: Porta Nuova scrive al Prefetto...

Pubblichiamo la lettera del gruppo consiliare Porta Nuova e trasmessa al Prefetto di Bari, dr.ssa Marilisa Magno. L'intento dei consiglieri di opposizione Oliva, Gentile, Calella e Catalano è sollecitare le Istituzioni per un controllo più capillare del territorio, in considerazione del numero crescente di episodi di criminalità (furti in casa e di automobili) ai danni dei cittadini locorotondesi.



"Con la presente, i sottoscritti, GIOVANNI OLIVA, ANTONIO GENTILE, LUCIA CALELLA, SILVESTRO CATALANO, in qualità di Consiglieri Comunali del Gruppo “Porta Nuova per Locorotondo” del Comune di Locorotondo comunicano alla S.V. quanto segue:

-          sempre più, anche nelle ore diurne, si verificano episodi criminosi ai danni di cittadini residenti nel Comune di Locorotondo, tanto nel centro urbano, quanto nell’agro;

-          sono in costante aumento i casi di furti di automobili e mezzi agricoli, rapine in appartamento, anche con la presenza dei proprietari tra le mura domestiche.


In questo contesto, la risposta delle istituzioni non appare rispondente all’allarme sociale che questo genere di eventi delittuosi sta producendo nella comunità locorotondese.


Benché le statistiche in possesso delle forze dell’ordine sembrino indicare una situazione non allarmante, i fenomeni sopraindicati stanno producendo un allarme sociale considerevole nella comunità locorotondese, aggravato ancor più dalla percezione di una inadeguatezza della risposta delle istituzioni (numero di uomini e mezzi dispiegati sul territorio, organizzazione a presidio del paese).


Pertanto, con la presente, i sottoscritti richiedono alla S.V. un incontro urgente con gli scriventi per avanzare proposte e strategie di risposta alla situazione, anche di concerto con i Comuni del circondario della Valle d’Itria."

Nessun commento:

Posta un commento

Locorotondo. Taglio radici e ramificazioni su strade: c'è l'ordinanza

Di seguito il comunicato del Comune  È stata emanata nei giorni scorsi l'ordinanza che obbliga il taglio di radici e delle rami...